Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Chiudendo questo banner, cliccando in un'area sottostante o accedendo ad un'altra pagina del sito, acconsenti all’uso dei cookie. Se non acconsenti all'utilizzo dei cookie di terze parti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili.

accetto non accetto maggiori informazioni

seminario diverso

Nuove strade si sono aperte quando dalla sicurezza della consuetudine si è passati al rischio della sperimentazione, e nuovi diritti sono stati approvati quando nuovi soggetti di diritto e tutela sono stati riconosciuti. È proprio il coraggio di fare e di essere diversi il filo rosso che lega i temi del seminario partendo dall’esempio di due artisti distanti per epoca, campo d’azione, arte, ma vicini per come hanno difeso la loro identità artistica e umana: Luciano Damiani e Oscar Wilde.

  • Luciano Damiani

    riconosciuto come il più grande scenografo degli ultimi 100 anni. Dopo una vita trascorsa nei maggiori teatri del mondo, decide che, se vuole un luogo che corrisponda alla sua idea di teatro, se lo deve costruire da solo: nasce il Teatro di Documenti. Relatori: Anna Ceravolo, Carla Ceravolo
  • Il Teatro di Documenti

    un teatro diverso, unico al mondo, creato partendo da presupposti diversi e che permette un diverso modo di pensare e fare teatro. Relatori: Anna Ceravolo, Carla Ceravolo
  • Oscar Wilde

    a cui il Teatro di Documenti dedica The Wilde Project. Partendo dalla storia personale di Wilde, e analizzando come mettere in scena alcune sue opere: uno sguardo sul coraggio di essere se stessi. Relatori: Paolo Orlandelli, Emanuela Pacifici
  • Diversità, diversità di genere e diritti,libertà di essere sé stessi

    un confronto con esponenti del mondo Lgbt, diritti, linguaggio, spettacolo. Relatori: Maria Laura Annibali, Edda Billi, Danilo Gattai

4 incontri - 8 ore - 1 CFA